Decreto Del Rio: una riforma pasticciata

Immagine

Obiettivamente, dopo aver letto gli articoli degli amici Abate Faria su Il Contagio e Adriana Santacroce su Affari Italiani, c’è poco da aggiungere a quanto dicono loro sulla presunta abolizione delle province. Riepilogo brevemente aggiungendo qualche tassello:

– le province non verranno abolite, verranno svuotate degli attuali 3000 consiglieri attuali, sostituiti da nuovi membri, tra cui il sindaco del capoluogo di provincia e i consiglieri decisi in base al numero di abitanti dei paesi da loro rappresentati. Ci sarà un risparmio su questo di 36 milioni di euro, visto che nessuno di questi rappresentanti percepirà un’indennità

– le funzioni verranno trasferite a comuni e regioni, tranne territorio e valorizzazione dell’ambiente, trasporti, rete scolastica. Restano compiti più ampi (simili a quelli attuali) in materia di edilizia scolastica

Funzioni più ampie, invece, per le dieci Province più grosse, che diventano città metropolitane (Roma, Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli, Reggio Calabria): sviluppo strategico, servizi, infrastrutture e comunicazioni, relazioni istituzionali anche a livello europeo.

– I dipendenti (circa 60000) verranno trasferiti ai comuni e alle regioni. Interessante, come fa notare Adriana Santacroce, di come coloro che passeranno alle regioni, passando ad un livello superiore, potrebbero vedersi aumentare lo stipendio del 10-15%

A me sembra francamente una riforma che faccia acqua da tutte le parti. Troppi i punti da chiarire e fatta in un momento di difficoltà economica notevole del paese. Io sono dell’idea che vada riorganizzato tutto il sistema istituzionale, partendo da Camera e Senato ed arrivando anche all’accorpamento dei piccoli comuni. Ma sono stati valutati anche i costi burocratici, quelli della digitalizzazione dei nuovi sistemi, il riordino del personale? Quando c’è un passaggio di consegne, di deleghe, non è scontato (anzi!!!) che il tutto avvenga a costo zero, semplicemente col trasloco di un ufficio (che pure avrà i suoi costi) con cose e persone!

Eppoi che bisogno c’è di creare sovrastrutture come le città metropolitane? Ne sono stati calcolati i costi? E sulle città metropolitane (ma anche per le “nuove” province) potrebbe esserci una discussione in merito alla costituzionalità di un sindaco e di rappresentanti eletti solo da una parte dei comuni amministrati…sbaglio?

Ed altra considerazione: vi pare giusto che un sindaco come Doria (sindaco di Genova) che percepisce un’indennità netta all’incirca di 4000 € al mese per governare una città di 650000 abitanti, non debba avere ulteriore indennità per governare un’intera città metropolitana?

Chiudo facendo una debita premessa per onestà intellettuale. Il decreto Del Rio non può abolire le province poiché solo con una riforma Costituzionale lo si può fare. Però con questo decreto non è detto che si proceda in un secondo tempo all’abolizione, la scelta politica potrebbe essere quella di fermarsi qua. E se si procedesse, forse sarebbero da mettere in preventivo altri costi!

La mia idea di riforma però, come detto, dovrebbe essere più corposa. Al netto dei risparmi, che non saprei calcolare ma che credo siano decisamente superiori a quelli del decreto Del Rio, io partirei da un accorpamento delle province e delle regioni, formando quindi delle macroregioni e delle macroprovince, lasciando loro ovviamente le stesse competenze. E tutelando maggiormente i piccoli comuni, cercando di non praticare sforbiciate sui trasferimenti (specie quelli sotto i 5000 abitanti, che si dovranno accorpare) e dando loro competenze probabilmente più difficili da gestire con le macroprovince.

Questa riforma di del Rio, in perfetto stile propagandistico, potrà anche suscitare interesse e plauso dalla solita stampa schierata, a me non convince per nulla. Mi sembra solo un gran pasticcio

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...