IO STO CON DI BATTISTA

Di Battista bambini

 

Sarebbe troppo facile scomodare Gino Strada e i suoi pensieri sulla guerra per comprendere le parole di Di Battista ed allora cito chi, per moltissimi versi è stato antitetico sia a Strada che a Di Battista e viene oggi se non osannato, rivalutato in maniera bipartisan dai partiti di governo. Parlo di Giulio Andreotti che nel 2005 in una intervista a La Stampa disse:

”Se fossi nato in un campo profughi del Libano, forse sarei diventato anch’io un terrorista”.
 

Allora non mi pare si siano registrate levate di scudi contro il divin Giulio, quelle che oggi si vedono contro Di Battista, decontestualizzando ed estrapolando una sua frase dall’interno di un post molto lungo e forse non storicamente impeccabile, ma che dice una cosa di buon senso comune. E cioè che se destabilizzi un’area, violando l’autodeterminazione dei popoli e bombardando dall’alto anche popolazioni inermi, difficilmente non otterrai una reazione. Lungi dal giustificarli, ma gli atti di terrorismo diventano così la logica conseguenza dell’aggressione subita, da parte di chi non ha altri modi per difendersi. Del resto oltre ad Andreotti lo disse già nel 2008 anche il sindaco di sinistra londinese Ken Livingstone:

“Sì, certo, gli attentati terroristi sono inaccettabili, però se gli arabi avessero fatto in Gran Bretagna quello che abbiamo fatto noi per un secolo nel mondo arabo io sarei un terrorista inglese”

Livingstone che sulle pagine di Europa, il quotidiano organo ufficiale del PD, il 05 agosto del 2008, veniva citato senza che gli si muovesse alcuna critica (anzi…semmai si poteva intendere il contrario) allorchè veniva riportato quanto segue:

«L’accettazione della tesi secondo cui l’invasione dell’Iraq ha accresciuto la possibilità di un attacco terroristico contro Londra va ora ben aldilà dei soliti sospetti»…Finché «Saddam uccideva con il gas gli iraniani, i curdi e gli altri oppositori degli Stati Uniti, veniva rifornito di armi e di ogni altro sostegno». E «dopo l’invasione del 2003, 
quando le truppe americane sono state dispiegate per proteggere il ministero del petrolio mentre  il resto del paese veniva razziato, quando i contratti chiave per la ricostruzione sono andati in appalto alle compagnie americane, gli iracheni hanno capito cosa avevano in serbo per loro».

Ora, cara Serracchiani, esimio Nicodemo e quant’altri nel PD si sono presi la briga di tacciare Di Battista di irresponsabilità (per non parlare della solita stampa prezzolata), perchè non vi fate un bell’esamino di coscienza quando, ad esempio, comprate gli F35? E perché non riflettete un attimo quando pensate di armare i curdi per poter contrastare l’Isis? Quei curdi che non hanno mai avuto nessuno stato (perché di loro mai è fregato nulla a nessuno in occidente) ed i cui membri del PKK turco sono addirittura ancora inseriti nella lista nera del terrorismo…Siamo sicuri che non si destabilizzi ulteriormente la regione e non si amplii ancora di più il conflitto?

…Senza che mi si faccia pensar male al business del mercato delle armi (che è meglio)…

Io so già come finirà questa storia…si tireranno fuori al momento opportuno tutte le bandiere della pace, bisogna solo aspettare che gli eventi facciano il loro corso. Ma intanto ci si può sentire un pò più leggeri, versando il 5 per mille a fine anno ad Emergency o a Medici senza frontiere.

Siamo o non siamo in fondo delle buone persone?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...