L’ITALICUM ED IL 25 APRILE

ITALICUM

Se non si tratta di deriva autoritaria quella che  si sta palesando in questi giorni intorno alla riforma della legge elettorale, ditemi voi di cosa parliamo.

Proprio oggi è stata liberata la Commissione Affari Costituzionali di ogni voce di dissenso. Tolti di mezzo i 10 deputati della minoranza PD contrari all’Italicum, hanno abbandonato i lavori anche i parlamentari del M5S, Forza Italia, Lega e SEL. Al di là del fatto che non so quanto la sostituzione dei parlamentari del PD sia stata imposta d’imperio da Renzi e quanto, invece, non sia stata una cosa concordata con gli stessi deputati estromessi (non mi stupisco più di nulla ormai…), resta comunque il fatto che una riforma istituzionale di tale portata non è normale che venga portata avanti in questo modo. Era lo stesso Renzi,fino a non molto tempo fa, a dire che le riforme andavano condivise. Forse, col senno di poi, si può ipotizzare che a lui bastasse condividerle con madama Boschi ed il solito nutrito gruppo di pasdaran che andranno sempre più avanti col motto del “Credere, obbedire e combattere” che Renzi sembra voler sposare non nelle parole, ma nei fatti.

E’ strano leggere questa pagina di Avvenire del 6 febbraio 2014, in cui è difficile trovare tante promesse e premesse poi smentite dai fatti di cui si è reso protagonista il premier. Addirittura a soli 7 giorni dalle dimissioni di Letta…

“Se ci sono stati problemi” per il governo – ha detto il segretario Pd, Matteo Renzi – non li ha mai posti il Pd, che non ha mai fatto mancare il suo appoggio in nessun passaggio rilevante. La nostra fiducia è sempre stata costante” anche su temi su cui c’erano perplessità.”

Mentre sull’Italicum e sulle riforme in generale…

Considero un valore che Forza Italia sia con noi in questa discussione sulle riforme – ha ribadito Renzi – E mi sarebbe piaciuto sentire, anche da parte di chi continua a dire che questa iniziativa è problematica, una parola per dire che il fatto che anche Forza Italia sia in questa discussione è un bene per il Paese”, ha insistito. “Noi siamo perché le regole si scrivano insieme. Lo abbiamo sempre detto agli altri e oggi con coerenza, dignità e nobiltà d’animo diciamo che vogliamo scrivere le regole con tutti quelli che ci stanno”

Il percorso non è stato esattamente quello delineato da Renzi, ma da quel “Stai sereno” rivolto a Letta chi poteva ancora credergli? Sta di fatto che lunedì alla Camera si voterà e chissà se a voto palese o segreto. La Boschi si augura a viso aperto (per smascherare i dissidenti e magari metterli ancor più fuori dai giochi di partito di quanto non sia ora), Forza Italia a scrutinio segreto (per dare la possibilità ai Verdini di turno di soccorrere il PD???).

C’è chi dice che se non passerà la riforma, Renzi potrebbe dimettersi e che si vada al voto. Io lo ritengo improbabile, anche perché ritengo improbabile che l’Italicum non veda, purtroppo, la luce. Ma di certo, se Renzi, terzo presidente non eletto da Berlusconi in poi (sempre bene ricordarlo, specie quando si parla di riforme istituzionali), vincesse questa prova di forza e su un tema così delicato, la deriva autoritaria sarebbe conclamata e non solo tentata. Tra le altre cose, come fanno notare molti commentatori (inutile postare link, ne troverete a bizzeffe in rete e con poca fatica), l’Italicum è purtroppo molto simile alla legge Acerbo, per non stimolare cattivi presagi…

Però, tra pochi giorni è il 25 aprile e tutti (o quasi tutti) festeggeremo la Liberazione d’Italia e magari intoneremo il Bella Ciao! C’è chi lo canterà convinto e più forte oggi di quanto non abbia fatto ieri, chi lo farà con l’ipocrisia di sapere cosa si sta compiendo nel paese e di non avere la forza di denunciarlo e di opporvisi e chi lo canterà semplicemente perché se lo dice Matteo, sarà sicuramente cosa buona e giusta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...