PROBLEMI DI LIGURIA (MA TANTO COMINCIANO GLI EUROPEI…)

LUI e LEI a tavola…

LEI: “Sai che è aumentata la TARI?”

LUI: “Ma chissenefrega, rilassati che tra poco cominciano gli europei di calcio”

LEI: “Sì, ma a metà giugno abbiamo anche l’IMU!”

LUI: “E vabbè, troveremo il tempo di andare a pagarla tra una partita e l’altra, speriamo solo di non trovare coda alla posta per non perdere il calcio di inizio di qualche partita”

LEI: “Ok, ma capisci che qua è tutto un casino…vogliamo parlare della disoccupazione?..Del problema dei lavoratori della Piaggio ad esempio cosa mi dici?”

LUI: “Ne parleremo dopo gli europei di calcio, almeno se uno non lavora stavolta sa come passare il tempo…”

LEI: “Senti, capisco che non vuoi rovinarti il pranzo che ti ho preparato, ma cerca di essere serio…possibile che non capisci? La gente ormai compra il minimo indispensabile…vai al supermercato e trovi i carrelli vuoti!”

LUI: “Quello è vero, però a proposito degli europei di calcio, sono andato ieri e c’era la coda al reparto tv, tutti compravano il maximegaschermo a 825 pollici e due palle quadrate allegate al telecomando!”

LEI: “Ecco…per quello i soldi si trovano…”

LUI “Hai ragione, ma vogliamo o no che in qualche modo cresca il PIL! Poi guarda…se uno non se lo può permettere può sempre andare in piazza De Ferrari, visto che Toti vuol mettere il maxischermo sul palazzo della regione…almeno che serva a qualcosa quel palazzo lì coi soldi che ci costa”

LEI: “Veramente il comune di Genova pare che non sia molto d’accordo sul maxischermo!”

LUI: “I soliti retrogradi…porterebbe turismo, un po’ di leggerezza nella gente…perchè non essere d’accordo? Poi lo mettono anche tutte le altre città. Roma, Torino…anche se sono piene di debiti a quello non rinunciano…magari troveranno qualche sponsor da qualche partecipata del comune. Possibile che non ci possano pensare anche a Genova?”

LEI: “Bravo…tanto poi pagheremo noi con la bolletta dell’acqua o chissà cos’altro!”

LUI: “Va ben…anche qualche altra azienda… Oltretutto in comune a Genova sono tutti compagni…vuoi che non trovino qualche azienda amica, magari qualcuna che sponsorizza la festa dell’Unità! Che ne so…la Coop ad esempio…a proposito, hanno più fatto qualcosa all’ex Guglielmetti?”

LEI: “Non lo so, ma magari aspettano che passi la psicosi alluvione e poi andranno avanti…piuttosto mi sorge un dubbio…Toti, visto che vuole il maxischermo, non potrebbe rinunciare ai 3 sottosegretari o a nominarli tra i consiglieri, per risparmiare qualche soldino? Già la sua segretaria personale ci costa 140.000 euro all’anno…E poi tu mettiti in coda per pagare le bollette…”

LUI: “Belin comunque basta dai…con tutti sti problemi che tiri fuori mi rovini la giornata ancor prima di andare a lavorare. Meno male che per il 2 giugno le previsioni mettono bel tempo. Potremmo prendere lo scooter e andare fino al mare ad Arenzano, cosa dici?”

LEI: “Da quando in qua vuoi andare in scooter in autostrada???”

LUI: “Mica voglio andare in autostrada…facciamo l’Aurelia…”

LEI: “E bravo…non ti ricordi che è ancora chiusa a Vesima?”

LUI: “Ma ancora per la frana successa il giorno della Milano Sanremo? Non l’hanno ancora sistemata?”

LEI: “Eh no! Ci sono i commercianti neri di rabbia. A proposito di andare in spiaggia, il petrolio della IPLOM che è finito in mare sarà davvero andato in Francia come aveva detto Toti? Aveva detto che non era più un problema nostro e di stare tranquilli che le correnti lo portavano in Costa Azzurra! Belin fossi un francese rimando indietro tutti i migranti. Tanto a Ventimiglia mica l’hanno sbrogliata, è arrivato anche Alfano a fare la passerella”

LUI: “Sì, ho visto che Rixi si è arrabbiato. Come mai?”

LEI: “Perché Toti ha accompagnato Alfano. Hanno fatto credere alla stampa che fosse tutto a posto ed invece non è a posto per niente. Il problema migranti resta. Che lo chiedano al sindaco di Ventimiglia, che si è pure sospeso dal PD in segno di protesta contro il governo!”

LUI: “Allora potrebbero mettere un maxischermo per vedere gli europei anche nei centri di accoglienza…vabbè dai adesso sto di nuovo scherzando…”

LEI: “Non dirlo troppo forte che magari qualcuno ci pensa per davvero…”

LUI: “ Va ben, ora vado che inizio il turno all’Ansaldo, registrami l’amichevole della nazionale che stasera quando arrivo me la guardo”

LEI: “ Va ben, buon lavoro…finchè dura…”

Ometto i gesti di scongiuro del caso da parte di LUI, che, brandendo le chiavi dello scooter, si avvia al lavoro liberandosi dei mugugni della moglie

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...